Social Media Marketing: quali sono i vantaggi derivanti da una strategia mirata?

La diffusione e la facile accessibilità ai social media hanno consentito a queste piattaforme di convertirsi in un ottimo strumento di comunicazione per le aziende che, se utilizzati correttamente, consentono di ottenere un ampio spettro di benefici: dall’incremento della notorietà del brand, al raggiungimento e coinvolgimento del target di audience desiderato, sino alla raccolta di nuovi contatti e potenziali clienti.

Con un numero sempre in crescita di utenti registrati sui social network, scendere in campo con una strategia di marketing vincente consente di promuovere la propria attività commerciale e ottenere un ampio numero di vantaggi.

Al giorno d’oggi, i social network sono parte integrante della nostra quotidianità. Lo dimostrano le statistiche riportate nel Global Digital Report 2019 elaborato da Hootsuite e We Are Social, in cui si stima che lo scorso anno, circa 5 miliardi di utenti si sono connessi a Internet e circa 297 milioni si sono registrati su almeno una delle piattaforme social, aprendo un nuovo profilo. Questi numeri esponenziali ci rivelano che possedere un account sui social media è un “must” per un’azienda che mira a sviluppare e promuovere la propria attività online.

Tuttavia, nonostante i social media si presentino come il canale di comunicazione per eccellenza, sempre più spesso ci si trova in un ambiente saturo di informazioni e di advertising. Diventa perciò imprescindibile elaborare una strategia di marketing mirata e sfruttare al meglio le tipologie di pubblicità disponibili sulle diverse e numerose piattaforme esistenti.

Ancora prima di parlarti di come si imposta una buona strategia di social media marketing e di illustrarti i vantaggi che la tua azienda può trarne, occorre sottolineare due errori comuni da evitare:

  1. Pensare di poter gestire un profilo aziendale nello stesso modo in cui gestisci il tuo account personale. Quest’ultimo rappresenta il tuo spazio online privato e associato alla tua identità reale, in cui puoi interagire con conoscenti e parenti e in cui puoi permetterti di essere il più libero e spontaneo possibile, pubblicando qualsiasi contenuto tu desideri. Diverso è il discorso se vuoi utilizzare un social network come strumento di visibilità per la tua attività. In questo caso, devi ricordarti che gestire un profilo aziendale è un’attività impegnativa che richiede molto tempo, studio e pianificazione ed è talmente importante che può essere responsabile del successo o del fallimento di un’azienda.
  2. Pensare che un social valga l’altro! Ogni piattaforma ha le proprie regole, caratteristiche e pubblico. Perciò è fondamentale prendere in considerazione e dedicarsi solamente a quelli più adatti ai tuoi obiettivi, al target di riferimento e, ultimo ma non meno importante, al budget disponibile (se intendi integrare una strategia organica alle campagne di advertising a pagamento).

Che cos’è il Social Media Marketing?

L’espressione social media marketing (SMM) indica la branca del marketing digitale che si occupa dello sviluppo di strategie che consentono a un’azienda o a un brand di raggiungere determinati obiettivi sui social, quali rafforzare la notorietà e la reputazione di un’azienda, stabilire un dialogo diretto con i clienti esistenti e potenziali, raccogliere nuovi contatti e ampliare il proprio bacino clienti. Tutte le attività di pianificazione, gestione e controllo delle attività di marketing e comunicazione sui social media rientrano in questo ambito. 

Quali vantaggi puoi ottenere mettendo in atto una strategia di marketing mirata?

1. Aumentare la Brand Awareness

Questo termine significa letteralmente consapevolezza o conoscenza del marchio e misura il modo in cui un marchio può essere riconoscibile nella mente degli utenti. La piramide di Aaker definisce i quattro livelli di notorietà in cui può trovarsi la tua azienda. Si tratta di un ottimo strumento da cui partire poiché consente di comprendere lo stadio attuale della conoscenza del tuo brand e di valutare i primi passi da compiere.

Con la piramide di Aaker siamo in grado di capire in quale livello si posiziona un Brand e prendere eventuali decisioni su come migliorare la Brand Awareness per raggiungere la cima.

Alla base della piramide troviamo la totale assenza di conoscenza del marchio, il che indica che i tuoi potenziali clienti non hanno la minima idea dell’esistenza della tua azienda.

Al secondo gradino, si esce dal totale anonimato, ma ci si trova comunque su un livello di conoscenza ancora troppo superficiale e limitato.

2. Incrementare l’engagement

I social media sono il canale di comunicazione che ti permette di aumentare il livello di engagement più che ogni altro mezzo. Occorre però ricordare che i social network non nascono con lo scopo di ampliare la conoscenza di un brand o di promuovere un’azienda, ma con quello di coinvolgere e unire gli utenti. Per questo motivo, è fondamentale creare un legame autentico con la tua audience, promuovendo l’interazione diretta, rispondendo a commenti, domande e anche alle eventuali critiche, in maniera costruttiva e “umana”.

3. Aumentare le visite sul tuo sito web

Il traffico in entrata sul tuo sito web è solitamente generato da utenti che hanno già una certa familiarità con il tuo brand e i tuoi prodotti. Anche per il raggiungimento di questo obiettivo, le piattaforme social rappresentano un ottimo strumento; infatti per far si che nuovi clienti visitino il nostro sito web, puoi sfruttare sia i classici post organici sia le tipologie di advertising proposte dalle varie piattaforme.

4. Raccogliere nuovi contatti e trasformarli in potenziali clienti

Un ulteriore beneficio che la tua azienda può trarre dall’implementazione di una buona strategia di marketing sui social media è la raccolta di nuovi contatti potenzialmente interessati ai tuoi prodotti.

La raccolta di nuovi contatti è uno dei principi di base del marketing tradizionale ed è un’attività che in passato richiedeva molto tempo da parte di venditor e rappresentanti, che attraverso visite di cortesia si recavano da un negozio all’altro con l’obiettivo di raccogliere nominativi e dati utili alla creazione di un database specifico da utilizzare per qualsiasi azione successiva di marketing.

Oggi, essendo i social onnipresenti nella vita di gran parte delle persone, questa attività ha subito un cambiamento radicale. Come il marketing offline, sui social media ogni azienda deve trovare il metodo che le consente di attirare l’attenzione dei propri potenziali clienti per convincerli e incitarli a lasciare le proprie informazioni di contatto (solitamente vengono richiesti nome e cognome, indirizzo email, numero di telefono, nome dell’azienda, ruolo professionale). Tutto ciò è chiamato nel gergo del marketing digitale lead generation.

Dalla teoria alla pratica

Ora che abbiamo visto teoricamente quali sono i vantaggi che la tua azienda può ottenere mettendo in gioco una buona strategia, passiamo alla pratica.

Innanzitutto, nel social media marketing bisogna distinguere fra strategia organica, cioè quella basata su attività svolte sui social network senza investire denaro in forme di pubblicità a pagamento, e le campagne di advertising a pagamento. Viene spontaneo chiedere quali delle due linee d’azione sia più efficace, ma la risposta è una: per ottenere buoni risultati e impostare una strategia di successo, bisogna integrare entrambe le attività.

Come aumentare l’awareness e il traffico sul sito

Come abbiamo detto, i social media rappresentano un’ottima opportunità sia per aumentare in modo significativo la visibilità del tuo profilo aziendale, raggiungendo nuovi clienti, sia per consolidare la tua immagine e fidelizzare i clienti già acquisiti. Per fare ciò occorre pubblicare contenuti di qualità e notizie interessanti, ricordandosi che qualsiasi sia il formato che si scelga di usare, “content is the king”. La creazione e la pubblicazione regolare di contenuti freschi, interessanti e di valore, ti consentirà di ottenere più clic, commenti e condivisioni, ampliando la probabilità che il tuo post raggiunga anche coloro che fino a quel momento non facevano parte della tua community e che entreranno per la prima volta in contatto con il tuo brand. Questi, se attratti e spinti dalla curiosità, cliccheranno sul post per approfondire un determinato argomento e saranno indirizzati sul tuo sito, incrementando il traffico in entrata. Ricorda di includere sempre un link o una specifica call-to-action per far si che questi siano indirizzati su una pagina specifica del tuo sito.

Al fine di aumentare la visibilità e la notorietà del proprio marchio e indirizzare più utenti possibili verso il tuo sito web, puoi inoltre creare campagne pubblicitarie a pagamento pensate ad-hoc per una fascia di pubblico specifica, selezionata e targettizzata a seconda dei diversi criteri (demografici, interessi personali, posizione geografica attuale, posizione lavorativa, comportamenti dell’utente ecc…).

Come aumentare l’engagement

Per quanto riguarda l’engagement, la parola chiave è coinvolgimento. Per far si che il tuo pubblico sia attivo e generi più interazioni chiedi loro un’opinione su un particolare argomento attraverso domande o sondaggi, rispondi attivamente ai commenti e crea fin da subito una relazione; proponi attività a premi quali concorsi e giveaway.

Umanizza il tuo brand in modo che non sia percepito come “senza un volto”, ma al contrario cerca di rendere la tua azienda il più vicino possibile alla vita dei consumatori e di fare in modo che i clienti sentano di poter comunicare liberamente con te.

Come fare lead generation

Infine, abbiamo parlato di lead generation, ovvero l’insieme di azioni di marketing che hanno come obiettivo la generazione di contatti interessati. Il metodo di maggior successo in questa attività consiste nell’offrire un lead magnet, ovvero un premio che l’utente riceverà dopo aver lasciato i suoi dati di contatto personali. Fra questi vi sono solitamente l’opportunità di ricevere gratuitamente ebook, trial, sconti, campioni o gadget o l’accesso a tutorial e webinar. Qualsiasi premio tu scelga di offrire, è necessario esaltare chiaramente i suoi vantaggi in modo da indurre un utente a ritenere che vale la pena lasciare i propri dati. Anche la creazione di contest e di giveaway rappresenta un ottimo strumento per coinvolgere gli utenti a partecipare e fare lead generation.

Nonostante i lead magnet siano in grado di attirare fin da subito molto seguito e attenzione, esiste anche il rovescio della medaglia, infatti i lead che si ottengono non sono sempre qualificati, poiché molti contatti potrebbero cliccare e fornirti i loro dati solo per ottenere omaggi e offerte, senza poi convertirsi in clienti reali. Meglio quindi avvalersene solo dopo aver valutato con attenzione la situazione.

Infine, anche in questo caso è possibile creare campagne social a pagamento specifiche per ciascun target. A questo proposito, Facebook ha sviluppato una specifica tipologia di advertising chiamata Facebook Lead Ads, che consente, attraverso il rilascio di un lead magnet di raggiungere rapidamente l’audience da te selezionata.

Lead Ads è un ottimo strumento offerto da Facebook per raggiungere rapidamente l’audience da te selezionata.

Come impostare un’efficace strategia di social media marketing?

Prima di passare alla pratica, è bene impostare una strategia: senza le giuste dosi e i giusti ingredienti è quasi impossibile che la nostra ricetta abbia successo. Anche nel Social Media Marketing, così come in cucina, c’è spazio per un po’ di improvvisazione e soprattutto per rivedere la strategia in corso d’opera (anzi, è un dovere!). Tuttavia, mettere in gioco l’immagine e il brand della propria azienda senza aver prima valutato attentamente obbiettivi, strumenti, modalità, tempi, contenuti è un comportamento rischioso e controproducente. Vediamo quindi alcuni spunti utili per impostare la nostra strategia:

  1. Definisci i tuoi obbiettivi: perché vuoi fare SMM? Cosa desideri ottenere? Cerca di prefiggerti sempre obiettivi S.M.A.R.T. (Specific Measurable Achievable Realistic Time-related), ovvero specifici, misurabili, raggiungibili, rilevanti e con un limite di tempo ben definito.
  2. Analizza il comportamento dei tuoi principali concorrenti: quali piattaforme usano? Investono in social media advertising?  Che tipo di contenuti pubblicano? Quale tone of voice sfruttano, ovvero qual è il loro stile e come si pongono con i loro interlocutori?
  3. Scegli la piattaforma più si adatta alla tua attività. Se ti stai chiedendo se esistono delle piattaforme privilegiate per fare SMM, la risposta è NO: tutto dipende dai tuoi obiettivi, dalla tipologia di beni e servizi che la tua azienda propone e dal target che vuoi raggiungere.
  4. Crea un piano e un calendario editoriale: una volta scelta la piattaforma che più si addice ai tuoi obbiettivi, metti nero su bianco la strategia, gli obbiettivi individuati e i contenuti attraverso i quali raggiungerli, includendo eventualmente anche le campagne di social media advertising. Scegli poi con che frequenza pubblicare i contenuti, in che formato, su quale piattaforma e quando.
  5. Sii attivo: pubblica e rispondi ai commenti per instaurare una relazione con clienti già acquisiti o potenziali.

Anche nel SMM non esiste una ricetta universale che garantisca il successo di una strategia rispetto ad un’altra, o che assicuri che una modalità di azione sia migliore di un’altra. Ci sono infinite variabili e aspetti che si devono tenere in considerazione: i social media e internet stesso sono in perenne mutamento, a volte il canale scelto potrebbe rivelarsi non adatto agli obiettivi individuati e spesso non è possibile prevedere a priori i comportamenti degli utenti.

La regola numero 1 dunque è esserci (non per forza su tutte le piattaforme) e fare in modo che gli utenti possano trovarci con un semplice clic!

Affermato che i social network giocano ormai un ruolo fondamentale nelle nostre vite e che questa tendenza è perennemente in crescita, risulta chiaro che alla domanda presente nel titolo, ovvero quali sono i vantaggi di una strategia di social media marketing mirata, c’è solo una risposta: se la nostra audience e i nostri potenziali clienti sono attivi sui social media, allora anche coloro che hanno un’attività devono esserci. E per favorire il riconoscimento e la fedeltà al brand, per aumentare il traffico sul nostro sito e, in definitiva, per raggiungere la nostra audience ed entrare in contatto con potenziali clienti, è fondamentale poter contare su una strategia mirata, efficace e ben pianificata.

Sei interessato a promuovere la tua azienda sui social network, ma non sai da dove cominciare? Scopri di più sui nostri servizi di consulenza di comunicazione e marketing digitale. Insieme possiamo lavorare alla giusta strategia per far crescere il tuo business online.

Published by

Ilaria

Fin da piccola le mie scelte scolastiche sono state guidate dalla passione per ciò che volevo fare “da grande”. Mi sono così laureata in lingue e culture moderne all’Università degli Studi di Pavia e ho proseguito il mio percorso universitario studiando editoria e comunicazione presso l’Università degli Studi di Bergamo. Oggi faccio quello che più mi piace: lavoro nel mondo dell’editoria tecnica dedicandomi in particolare ai social media e al marketing digitale presso Eos Mktg&Communication, la casa editrice delle testate internazionali ipcm®. Se dovessi descrivermi in 3 parole in base ai miei hobby ed interessi, direi: globetrotter, shopaholic and motorsport-addicted.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.